Intolleranze ed allergie, perché sono in aumento?

Intolleranze ed allergie, perché sono in aumento?

Si sente sempre più parlare in giro di queste allergie alimentari, che a volte sono delle semplici intolleranze, a volte invece riguardano degli eventuali effetti devastanti, che possono addirittura portare alla morte dell’individuo.

Basta andare a prendere un caffè al bar, per sentire almeno tre persone che dichiarano di essere intolleranti al glutine, al lattosio, o che non possono nemmeno avvicinarsi ad un alimento in particolare (ad esempio i peperoni, oppure le pesche…).

Bisogna innanzitutto precisare che esistono dei test specifici (spesso anche costosi) che possono stabilire con una precisione quasi del 100%, se un soggetto risulta intollerante o allergico a qualche alimento.

Alcune persone associano uno o più disturbi all’impossibilità di nutrirsi di una classe di alimenti (o uno soltanto), senza esserne davvero certe.

Detto questo, non si può negare che si tratti di un fenomeno in forte crescita, negli ultimi vent’anni, soprattutto nei bambini.

Motivi che possono aver aumentato il fenomeno

Non esistono dati certi, ma diversi studi hanno dimostrato che il crescendo di smog e inquinamento di vario tipo ha lentamente ma inesorabilmente diminuito le capacità del nostro sistema immunitario di riconoscere ‘il bene dal male’. Così facendo, l’organismo tende a volte a rifiutare alcune sostanze esterne, come capita ad esempio con il cibo. Anche durante la gravidanza alcune donne non fanno attenzione a ciò che mangiano, e questo va ad alterare il loro sistema immunitario, e quello del nascituro.

Altri fattori potrebbero essere:

  • L’uso di pesticidi nell’agricoltura
  • L’uso di steroidi e antibiotici sugli animali da latte e da macello
  • Il raffinamento continuo dei cereali e del grano in particolare (da lì l’eccesso di glutine in ogni chicco e la comparsa di tanti casi di celiachia)

Per capire se siamo o meno intolleranti a qualche alimento, il consiglio del medico è necessario, che saprà indirizzarci verso uno o più test specifici disponibili anche qui in Italia.

Per citare qualche numero, in Europa tra allergici ed intolleranti, siamo arrivati a quota 17 milioni di persone, tra i quali quasi 4 milioni bambini o adolescenti.

L’intestino, il nostro “secondo cervello”

È stato recentemente dimostrato che il ruolo dell’intestino all’interno dei meccanismi che regolano l’intero corpo …

Arriva la primavera, facciamo il pieno di frutta e verdura

Nutrizionisti, dietisti e medici suggeriscono ad ogni paziente il consumo di 5 porzioni tra frutta e verdura, ogni giorno. …

Le vitamine, le alleate del nostro benessere

Le vitamine sono dei micronutrienti essenziali per la sopravvivenza, anche se ne abbiamo bisogno in quantità minima. L’organismo …