Arriva la primavera, facciamo il pieno di frutta e verdura

Arriva la primavera, facciamo il pieno di frutta e verdura

Nutrizionisti, dietisti e medici suggeriscono ad ogni paziente il consumo di 5 porzioni tra frutta e verdura, ogni giorno. Per porzione si intende la quantità di cibo che può essere contenuta in un pugno.

Vale a dire, in senso più pratico, almeno due mele al giorno (o comunque due frutti grandi o 6-7 più piccoli) e almeno 1 pomodoro e 1 etto di insalata.

E’ importante anche variare questi tipi di alimenti in base alla loro stagionalità.

Il disgelo del corpo e della mente

Con l’arrivo della primavera tutta la natura si risveglia e cerca di togliersi di dosso l’intorpidimento del gelido inverno. Anche noi umani reagiamo così, assaporiamo i cibi con attenzione maggiore, sentiamo mille profumi differenti che arrivano dall’orto dietro casa e dagli alberi, ricchi di fiori che a loro volta diventeranno dei frutti succulenti. Abbiamo però anche bisogno di integrare con tante vitamine e con minerali utili a tenerci freschi, svegli e attivi anche quando gli sbadigli si fanno sentire più del solito. I cambi di stagione sono sempre interessanti ma anche tanto faticosi…

La natura non fa niente per caso, ed è proprio per questo motivo che dobbiamo imporci di seguire le stagioni e di nutrirci unicamente dei frutti e degli ortaggi che la natura stessa ci propone in quel momento. La grande distribuzione e la globalizzazione ad oggi ci propongono alcuni prodotti disponibili tutto l’anno, ma non dobbiamo farci ingannare… non dobbiamo desiderare le fragole a gennaio!

Le motivazioni che ci devono spingere a scegliere la frutta e la verdura di stagione includono innanzitutto il sapore stesso dell’alimento, quando fuori stagione sa prevalentemente di acqua… poi l’analisi chimica ci fa capire che non contiene le vitamine e i minerali che dovrebbe avere, per non parlare, infine, del costo particolarmente alto degli alimenti non stagionali.

Cosa possiamo acquistare tra aprile e giugno

Per quanto riguarda la verdura, possiamo trovare l’asparago, di diverse qualità, ottimale per stimolare la diuresi e per combattere i radicali liberi. Troviamo anche la barbabietola, che combatte la stitichezza, poi la cicoria, ricca di ferro e calcio, ma anche i broccoli, le carote, la lattuga, il pomodoro, i ravanelli, gli spinaci, i porri e i piselli.

Come frutta troveremo sicuramente una grande varietà di fragole, magrissime e ricche di vitamina C, i kiwi, ricchi in ferro e potassio, le mele, le pere, le albicocche (ricche di vitamina A), i frutti di bosco e le ciliegie, tanto amate dai bambini!

Grasso viscerale, il killer silenzioso

Il grasso viscerale è quel tessuto adiposo che si concentra all’interno dell’addome e si distribuisce tra tronco ed …

Le vitamine, le alleate del nostro benessere

Le vitamine sono dei micronutrienti essenziali per la sopravvivenza, anche se ne abbiamo bisogno in quantità minima. L’organismo …

Quando è l’acqua a far ingrassare, la ritenzione idrica

Ogni qualvolta si affronta un periodo di dieta ipocalorica, sia essa fornita da uno specialista della nutrizione o da una …